Che bello il mondo con gli occhi dei bambini! Disegnatore di fumetti, ma soprattutto padre e compagno, Matteo Bussola racconta le piccole grandi gioie della quotidianità familiare in "Notti in bianco e baci a colazione".

E’ straordinario il mondo visto con gli occhi di Virginia, Ginevra e Melania. In realtà si tratta di mettere le cose in prospettiva, secondo il loro papà Matteo Bussola, che di sé dice: “di lavoro faccio il padre, di professione disegno i fumetti e per passione scrivo” e con il suo speciale diario, pubblicato da Einaudi con il titolo di “Notti in bianco e baci a colazione”, per una volta ha voluto disegnare solo con le parole.   Read more

Ricordate le relazioni amorose pre-Facebook?

Ho già scritto, con molto gusto, del romanzo d’esordio dell’avvocatessa partenopea Ester Viola.

“L’amore è eterno finché non risponde”, edito da Einaudi, possiede lo straordinario pregio di far riflettere con il sorriso – amaro? scegliete voi! – sull’influenza che Facebook e dintorni esercitano ormai sulle relazioni tra le persone, in primis sentimentali e amorose.
Read more

Eros e Scrittura/6 – Mistero del piacere femminile Il romanzo di Antonella Cilento è un affresco fantasmagorico della Napoli barocca, che fa da coprotagonista alla storia di una giovane donna che scopre l'eros e l’amore.

C’è un insondabile mistero che finirà per ossessionare Avicente Iguelmano, medico fallito giunto nella fantasmagorica Napoli del Seicento per rifarsi una reputazione: il piacere infinito che può provare la donna “senza alcun bisogno dell’uomo stesso”. Un’autentica “potenza immensa, capace di smontare palazzi e sradicare alberi” che il dottore, che non è certo un pozzo di scienza, scopre quando gli viene affidato l’arduo compito di risvegliare Lisario Morales, una giovane di nobile lignaggio che è piombata in un sonno invincibile dopo essere stata promessa in sposa a un vecchio bavoso e gottoso.

La straordinaria protagonista del romanzo “Lisario o il piacere infinito delle donne di Antonella Cilento  (edito da Mondadori) è, tra l’altro, rimasta muta da bambina a causa di un maldestro intervento al gozzo che avrebbe dovuto correggerle l’indole “canterina” e l’attitudine alla “straparola”, mal tollerata in una società in cui “la femmina è nata per obbedire, tacere e soffrire”. Read more

Amore: gioie e (molti) dolori ai tempi di Facebook L'ironia fulminante e disincantata sulle relazioni sentimentali "a mezzo social" rende il romanzo d'esordio di Ester Viola una lettura imperdibile per sorridere e riflettere.

Prendiamone atto: nelle relazioni personali, e soprattutto in quelle amorose, c’è un prima e c’è un dopo Facebook. Uno spartiacque che ha rivoluzionato tempi, modi, sviluppi e anche la conclusione degli amori. Ed è soprattutto la fine degli amori che fa la differenza nel caso di Olivia Marni, avvocatessa 32enne di Napoli.

Infatti la protagonista del romanzo “L’amore è eterno finché non risponde” di Ester Viola (edito da Einaudi) ha scelto di “specializzarsi in divorzi” e non divorzi qualsiasi, ma guerreschi addii tra coppie ricche. Read more

Eros e Scrittura/5 – L’ossessione che divora La protagonista del romanzo d'esordio di Leila Slimani è una donna ingabbiata in una dorata normalità, che si logora tra sensi di colpa e pulsioni incontrollabili.

Sarebbe troppo facile e banale etichettare come una “ninfomane” la disinibita e inquieta protagonista del romanzo “Nel giardino dell’orco” di Leila Slimani (edito da Rizzoli).

La storia di Adèle non è una sorta di riedizione dello scandaloso diario di Valérie Tasso, pubblicato nel lontano 2003 e tradotto in tutto il mondo. Anzitutto non è una vicenda autobiografica né l’orgogliosa rivendicazione di una consapevole scelta di vita improntata all’assoluta libertà. Read more

Julian Barnes e l’amore eterno

“Livelli di vita” di Julian Barnes, secondo “The Independent”, è un libro che dovrebbe leggere chiunque abbia amato e sofferto.

Io parlerei al presente: dovrebbe leggerlo chiunque ami, per riflettere profondamente su questo sentimento e su che cosa significhi dover fare i conti con la sua perdita. E con la peggiore delle perdite, nel caso dello scrittore inglese che – con la disamina spietata e splendida che ho già amato ne “Il senso di una fine” – in questo libro affronta a viso aperto il suo dolore per la morte della moglie Pat, “il cuore della mia vita, la vita del mio cuore”, con cui ha condiviso trent’anni e il senso di un’intera esistenza.

Perché «metti insieme due cose che insieme non sono mai state. E il mondo cambia. Sul momento è possibile che la gente non se ne accorga, ma non ha importanza. Il mondo è cambiato lo stesso».
E purtroppo va avanti, e continua “a fare il suo mestiere”, anche quando la persona amata non c’è più e per chi resta c’è solo l’arduo compito di trovare il modo migliore per continuare a vivere e custodire la sua memoria.

Eros e Scrittura/4 – Che banalità l’erotismo stereotipato! Saranno anche in cima alle classifiche di vendita, ma non fanno per me storie come quella di "Calendar girl". Mi annoia, e mi fa ridere, quest'insulsa messinscena della "meccanica del sesso" senza senso e pathos.

Eros e Scrittura è un binomio che mi affascina fin da adolescente. Ho già scritto qui dei grandi classici della letteratura erotica e della pochezza di molte pubblicazioni degli ultimi anni, chiaramente (e malamente) concepite per cavalcare il rinvigorito interesse per il genere, soprattutto da parte del pubblico femminile. D’estate ci ho ripensato, complice un articolo del settimanale “Io Donna” dal titolo emblematico: “Il sesso? Si legge ma non si fa: perché alle donne piacciono i romanzi erotici”. Read more

Viaggio nei colori di una gran bella storia! “Lo strano viaggio di un oggetto smarrito” di Salvatore Basile è un romanzo emozionante e poetico, una vera e propria ricetta per infrangere la solitudine e superare i dolori della vita.

Voi di che colore siete? Immagino non ve lo siate mai domandato. E chissà quanti, riflettendoci, potrebbero rendersi conto di essersi rassegnati ad una sorta di vita incolore.

E’ quello che capita al trentenne Michele Airone, protagonista de “Lo strano viaggio di un oggetto smarrito” di Salvatore Basile (Garzanti), che ha la magia di una favola e la forza di una storia di sentimenti autentici. Read more

MY LIFE/6 – La felicità triste di un amore “adultescente”

Vi capita mai, mentre assaporate un momento di felicità, di sentirvi un po’ tristi? Forse vi sembrerò contorta, ma a me succede.

Mi ritrovo a pensare che quell’emozione speciale non durerà, che quel momento perfetto sarà solo un’effimera illusione. Probabilmente sarà perché sto vivendo una bella storia ma dall’epilogo già scritto. Una storia di cui avevo un gran bisogno, per venir fuori dalla “boccia di tristezza” in cui boccheggiavo come un pesciolino, per la concomitante delusione sul fronte lavorativo e sul piano sentimentale.

Perché in fondo lo sapevo già come sarebbe andata a finire, quando ho risposto al messaggio di Alessandro e ho accettato di incontrarlo: non ho fatto mai mistero di subire il fascino di quest’uomo elegante e discreto, unica conoscenza positiva dell’ultimo anno alla corte di quel viscido Vecchio Verme del mio ex datore di lavoro. Read more

RACCONTI BREVI/3 – Posso fidarmi di te?

GAIA

Quando sono entrata a casa di Pietro ho sentito odore di buono.

La lavanda del pavimento pulito e lucidissimo, la cannella dei biscotti ancora caldi sul tavolo della cucina, decine di orchidee sui davanzali delle finestre. Ma soprattutto il suo profumo: dolce come la vaniglia, con punte agrumate d’arancio e calde di muschio di quercia.

Ero esitante e timorosa. Non credevo che mi sarei fidata ancora di un uomo e gli avrei permesso di portarmi a casa sua. Read more