Eros e Scrittura/6 – Mistero del piacere femminile Il romanzo di Antonella Cilento è un affresco fantasmagorico della Napoli barocca, che fa da coprotagonista alla storia di una giovane donna che scopre l'eros e l’amore.

C’è un insondabile mistero che finirà per ossessionare Avicente Iguelmano, medico fallito giunto nella fantasmagorica Napoli del Seicento per rifarsi una reputazione: il piacere infinito che può provare la donna “senza alcun bisogno dell’uomo stesso”. Un’autentica “potenza immensa, capace di smontare palazzi e sradicare alberi” che il dottore, che non è certo un pozzo di scienza, scopre quando gli viene affidato l’arduo compito di risvegliare Lisario Morales, una giovane di nobile lignaggio che è piombata in un sonno invincibile dopo essere stata promessa in sposa a un vecchio bavoso e gottoso.

La straordinaria protagonista del romanzo “Lisario o il piacere infinito delle donne di Antonella Cilento  (edito da Mondadori) è, tra l’altro, rimasta muta da bambina a causa di un maldestro intervento al gozzo che avrebbe dovuto correggerle l’indole “canterina” e l’attitudine alla “straparola”, mal tollerata in una società in cui “la femmina è nata per obbedire, tacere e soffrire”. Read more