Un racconto “immorale” del quindicenne Flaubert La  collana “Classici da (ri)scoprire”, curata dalla “Bottega dei traduttori”, si arricchisce di una nuova gemma misconosciuta dal grande pubblico: un'opera giovanile dell'autore di "Madame Bovary".

La collana “Classici da (ri)scoprire”, curata dalla “Bottega dei traduttori”, si arricchisce di una nuova gemma misconosciuta dal grande pubblico. Dopo la breve raccolta di racconti “Cosi-sancta, Il sogno di Platone e Avventura indiana” del  grande Voltaire, la community di giovani professionisti ci fa dono dell’opportunità di scoprire il racconto “Un profumo da annusare o I Saltimbanchi” di Gustave Flaubert, grazie alla pregevole traduzione di Ramona Loperfido. Read more

Viva l’arte della traduzione! Con la collana "Classici da (ri)scoprire", e una breve raccolta di racconti di Voltaire, si inaugurano le pubblicazioni curate da "La bottega dei traduttori", una community di giovani e talentuosi professionisti

“Non è il tradurre un’impresa disperatamente utopica?” si domandava José Ortega y Gasset.

Secondo il pensatore e critico spagnolo è utopico anche credere che due parole, appartenenti a due lingue diverse, indichino la medesima cosa. Non per questo, però, l’opera dei traduttori è un’occupazione senza senso. Tutt’altro. E’ necessario anzi, secondo Ortega, riconoscerne l’importanza e considerarla un trabajo intelectual de primero orden.

Un lavoro intellettuale, che presuppone profonda preparazione ed altrettanta sensibilità. Qualità che animano i promotori de “La bottega dei traduttori”, che mirano a consolidare una community di talentuosi professionisti, ma anche a proporre ai lettori una collana di piccole e grandi gemme dimenticate della letteratura straniera. Read more