Un racconto “immorale” del quindicenne Flaubert La  collana “Classici da (ri)scoprire”, curata dalla “Bottega dei traduttori”, si arricchisce di una nuova gemma misconosciuta dal grande pubblico: un'opera giovanile dell'autore di "Madame Bovary".

La collana “Classici da (ri)scoprire”, curata dalla “Bottega dei traduttori”, si arricchisce di una nuova gemma misconosciuta dal grande pubblico. Dopo la breve raccolta di racconti “Cosi-sancta, Il sogno di Platone e Avventura indiana” del  grande Voltaire, la community di giovani professionisti ci fa dono dell’opportunità di scoprire il racconto “Un profumo da annusare o I Saltimbanchi” di Gustave Flaubert, grazie alla pregevole traduzione di Ramona Loperfido. Read more

Riti e miti tragi-comici della vita del diplomatico Lasciata la carriera in ambasciata per dedicarsi alla scrittura, Valerio Parmigiani racconta un "universo parallelo" sconosciuto ai più, con un "bestiario" che mescola sorriso e riflessione.

Chi non vorrebbe “spiccare il volo per coprire la distanza che separa il mestiere per vivere da quello di vivere”? Valerio Parmigiani l’ha fatto. Milanese, classe ’67, alcuni anni fa ha lasciato la carriera da diplomatico per cercare un senso, che ovviamente nella vita non c’è, nella scrittura, che invece un orizzonte di senso ce l’ha.

O almeno è quello che speriamo in tanti e, comunque vada, io dico che sarà bello averci creduto fino in fondo 😉

La motivazione della sua scelta Valerio la spiega chiaramente, a conclusione della sua prima opera “Bestiario diplomatico” edito da Effepi Libri, in cui racconta la sua “vita precedente” in due sedi diplomatiche italiane a Nicosia e Lusaka. Read more

Eros e scrittura/2 – Le favolose minne, delizia e tormento! Gola tentatrice e irresistibile lussuria si mescolano nell'intensa storia al femminile di Giuseppina Torregrossa

Le superbe cassatine che occhieggiano in copertina, ricoperte di glassa bianca con al centro le ciliegine candite, non potevano che indurmi in tentazione e così, con la stessa golosità con cui sono solita gustare questa delizia siciliana, mi sono goduta la lettura de “Il conto delle minne” di Giuseppina Torregrossa, edito da Mondadori.

Non conoscevo quest’autrice ma la sinossi del romanzo mi ha subito intrigato. Il fatto è che ho un debole per le storie di donne che impastano, è il caso di dire, tradizioni familiari, gastronomiche e culturali e miscelano sapori e profumi di terre che amo (come, in questo caso, la feconda Sicilia) nel racconto di un passato che, quasi sempre, possiede un filo più o meno invisibile che lo tiene unito al presente. Read more

La caliente Agatha Christie del Nord La recensione de "La principessa di ghiaccio", primo libro della serie che ha reso famosa Camilla Lackberg

Quarant’anni, due divorzi e tre figli, un nuovo fidanzato di 27 anni che ha tutta l’aria d’essere un gran fusto, a giudicare dalla foto di un’intervista rilasciata a “Io Donna” al Salone del Libro di Torino. Ma, soprattutto, udite bene: quindici milioni di copie vendute con i suoi gialli made in Svezia, che l’hanno fatta ribattezzare l’Agatha Christie del Nord.

Non c’è che dire, tanto di cappello a Camilla Lackberg! Read more