Figli di genitori separati, istruzioni per la sopravvivenza Il tema complicato della "famiglia scoppiata", al centro dell'ultimo romanzo del giovane scrittore napoletano Marco Marsullo, è affrontato con ironia e sagacia: c'è molto da sorridere, un po' amaramente.

A volte capita che i titoli dei libri non rispettino le promesse. “I miei genitori non hanno figli” di Marco Marsullo (edito da Einaudi) non tradisce la “levità pensosa” che suggerisce: il punto di vista è evidentemente quello di un figlio che fa sorridere, e fa riflettere, sulle dinamiche di una famiglia come ormai ce ne sono tante. Una famiglia scoppiata, insomma, con tutto quello che ne consegue.

Del giovane scrittore napoletano avevo già letto il romanzo d’esordio – “Atletico Minaccia Football Club” – piacevole miscellanea di calcio e personaggi esilaranti (stile Tony Pagoda di Paolo Sorrentino), ma questo nuovo romanzo ha l’ambizione di affrontare temi più spinosi, pur in chiave sempre ironica e brillante. Read more