la verità sul caso Harry Quebert

La verità sul caso Harry Quebert non è solo un avvincente thriller, abilmente giocato su più piani narrativi e temporali, ma anche un autentico manuale sull’arte della scrittura e su come questa sia tutt’uno con la vita.

Ecco qualche piccola di saggezza di Harry Quebert all’allievo Marcus Goldman, alle prese con il famigerato blocco dello scrittore e con il divorante dubbio che possa essere stato proprio il suo grande maestro ad uccidere, nel 1975, la ragazza amata, l’allora quindicenne Nola Kellergan.

Tutti sanno scrivere, ma non tutti sono scrittori.

La scrittura è un dono perché ti consente di dare un senso alla tua vita.

Scrivere ha dato un senso alla mia vita. Qualora non l’avessi ancora notato, la vita, in generale, non ha senso. Tranne quando ti sforzi di dargliene uno e lotti ogni giorno per riuscire a farlo. Essere uno scrittore significa essere vivo.

 

La caliente Agatha Christie del Nord La recensione de "La principessa di ghiaccio", primo libro della serie che ha reso famosa Camilla Lackberg

Quarant’anni, due divorzi e tre figli, un nuovo fidanzato di 27 anni che ha tutta l’aria d’essere un gran fusto, a giudicare dalla foto di un’intervista rilasciata a “Io Donna” al Salone del Libro di Torino. Ma, soprattutto, udite bene: quindici milioni di copie vendute con i suoi gialli made in Svezia, che l’hanno fatta ribattezzare l’Agatha Christie del Nord.

Non c’è che dire, tanto di cappello a Camilla Lackberg! Read more