MY LIFE/3 – Molestie sul lavoro, il dilemma di noi donne: vi racconto la storia del Vecchio Verme!

I segni del destino esistono. Credo che sia capitato a chiunque di pensarlo nelle più varie circostanze. A me è successo qualche giorno fa, quando il mio sguardo in libreria si è posato su questa copertina: “Toglimi le mani di dosso” di Olga Ricci, pubblicato da Chiarelettere.

In realtà Olga Ricci è lo pseudonimo di una giornalista trentenne freelance – e già questo mi ha subito acceso una lampadina – che racconta la sua storia vera: dopo anni di studio e gavetta, durante un periodo di prova in un quotidiano nazionale, si è ritrovata nell’incubo (aggravato dalla precarietà!) delle attenzioni moleste e dei ricatti da parte del direttore.

Dire che mi sono profondamente immedesimata è poco. E’ quello che è successo anche a me non molto tempo fa, non in una redazione bensì in un ufficio stampa, ma in ogni caso non è il luogo di lavoro che fa la differenza. Purtroppo anch’io ho reagito come la stragrande maggioranza delle donne che preferisce non denunciare e lasciare il lavoro, sconfitta dal campionario di assurdi “pretesti” che è elencato nelle prime pagine del libro e che ho sperimentato allo stesso modo sulla mia pelle. Read more