CONSIGLI DI SCRITTURA/10 – Come esprimere l’io e il nostro modo di essere al mondo

Di Zadie Smith ho letto finora solo il fortunato libro d’esordio, “Denti bianchi”, alcuni anni orsono. Ricordo che mi conquistò lo stile, comico a tratti grottesco, con cui descriveva lo scontro culturale e generazionale in diverse famiglie tutte di etnia mista, sullo sfondo della celebrata Londra multiculturale. Difficile non pensare a un certo autobiografismo, considerato che la scrittrice che è oggi una delle voci più importanti della letteratura inglese, è nata a Brent – quartiere londinese multiculturale, abitato per lo più dalla classe operaia – da padre inglese e madre giamaicana.

D’altro canto è lei stessa a sostenere in “Perché scrivere” (Minimum Fax) che, quando legge un romanzo, si aspetta di trovare “la verità di una persona, nella misura in cui può essere restituita mediante il linguaggio” e che, per chi scrive, “l’unico dovere è quello di esprimere con precisione il proprio modo di essere nel mondo”. Read more